Chiesa 2.0

L’eredità di don Riboldi, vescovo e maestro, sempre in prima linea. Il ricordo di monsignor Pascarella

Quante volte “don Antonio” (è così che familiarmente voleva essere chiamato), facendo riferito al Rosmini, fondatore della Congregazione religiosa di cui è stato membro, ci ha indicato il cammino della vita come un susseguirsi di “chiamate”? La chiamata alla vita, la chiamata alla fede e alla comunione nella Chiesa, la chiamata specifica ad un ministero e ad uno stato di vita, la chiamata alla Vita eterna, alla pienezza della vita.

Il cordoglio della Chiesa di Acerra per la morte di monsignor Riboldi. Funerali mercoledì 13 dicembre

Il vescovo emerito di Acerra – Antonio Riboldi, 94 anni – si è spento all’alba a Stresa, in Piemonte presso la casa dei rosminiani dove si trovava dalla scorsa estate. Il ritorno di monsignor Antonio Riboldi alla Casa del Padre genera umana malinconia nel cuore dei fedeli dell’intera diocesi di Acerra, il cui vescovo, Antonio Di Donna, il vescovo emerito, Giovanni Rinaldi, i sacerdoti, i religiosi e le religiose con

Domenica 17 dicembre, raccolta per i terremotati di Ischia nelle chiese della Campania

Sono duemilaquattrocento quelli che hanno perso la casa e sono alloggiati in strutture alberghiere e abitazioni private. La stragrande maggioranza degli immobi adibiti ad abitazioni e a strutture ricettive è seriamente compromessa. Anche le chiese hanno subito gravi danni e sono inagibili. Questa la situazione che si è determinata dopo il terremoto del 21 agosto ad Ischia. In risposta alla Chiesa dell’isola, per sostenere la ripresa del territorio dopo il

Il cardinale Crescenzio Sepe e "i dialoghi con la Città": Ospitare i pellegrini

Tornano “i dialoghi” del Cardinale Sepe “con la Città” nello spirito nella Lettera Pastorale “Accogliere i pellegrini” Il primo degli incontri all’Arciconfraternita dei Pellegrini in via Portamedina, 41, domani 5 dicembre 2017, ore 18.30 sul tema “Ospitare i pellegrini: dalla ricchezza della tradizione alla progettualità del futuro” Al saluto del Primicerio dell’Arciconfraternita, dott. Vincenzo Galgano, seguiranno l’intervento del prof. Francesco Paolo Casavola e la testimonianza del dott. Francesco Canessa. A

Ad Acerra presentazione del libro di Giovan Battista Brunori su Benedetto XVI, primo Papa emerito della storia

Martedì 5 dicembre 2017 Giovan Battista Brunori, vicecaporedattore esteri e vaticanista del Tg2, presenterà il libro Benedetto XVI. Fede e profezia del primo Papa emerito della storia. L’incontro si terrà presso il Museo diocesano in Piazza Duomo, di fronte alla Cattedrale, alle ore 18.30. Con l’Autore, interverranno il vescovo di Acerra, monsignor Antonio Di Donna, e don Giorgio Capelli, direttore Ufficio diocesano per la cultura.   Sarà possibile acquistare il

La meditazione di Papa Francesco: “Lo scandalo uccide la speranza”

«Quante volte nelle nostre parrocchie abbiamo sentito gente che dice: “No, io in Chiesa non vado perché quello o quella che sta tutto il giorno leccando le candele lì dentro, poi esce, sparla degli altri, semina la zizzania…”. Quanti cristiani allontanano la gente con il loro esempio, con la loro incoerenza». Partendo da queste riflessioni, Papa Francesco, nella meditazione mattutina durante la celebrazione di lunedì 13 novembre (nella cappella della

La Meditazione di Papa Francesco: «Il biglietto per la salvezza è gratuito»

Papa Francesco nella meditazione mattutina di martedì 7 novembre (nella cappella della Domus Santa Marta), ha richiamato il banchetto citato nel Vangelo di Luca (14, 15-24). Il padrone di casa invita «i poveri, gli storpi, i ciechi e gli zoppi», dopo il rifiuto dei ricchi che non comprendono il valore della gratuità della salvezza. «I primi invitati – sottolinea il Pontefice – non hanno voluto andare a cena, non importava

Giornata Mondiale dei poveri, domenica 19 novembre. Le riflessioni della Delegazione Caritas Campania

Nel mese di novembre 2016, l’associazione francese “Lazare” ha organizzato a Roma il Giubileo dei poveri (con 6000 partecipanti provenienti da 22 Paesi del mondo). Durante l’incontro con questa associazione – i cui appartenenti, da anni, condividono le proprie abitazioni con i clochard -, Papa Francesco ha avuto l’idea di istituire la “Giornata Mondiale dei Poveri”, quale segno concreto di eredità dell’Anno Giubilare della Misericordia. Così, a giugno del 2017,