Santuario San Gennaro alla solfatara a Pozzuoli, celebrazioni e iniziative dal 10 al 20 settembre

Lunedì 19 settembre, nel Santuario di San Gennaro alla Solfatara a Pozzuoli, si svolgeranno le seguenti celebrazioni eucaristiche: Sante Messe alle ore 7,00; 8,00; 9,00; 10;00; 11,30 (presieduta da padre Leonardo Franzese, ministro provinciale dei Frati Minori Cappuccini di Napoli); 16,30; 17,30; 18,30 (presieduta dal vescovo di Pozzuoli, monsignor Gennaro Pascarella) e, infine, celebrazione alle ore 20,00. Martedì 20: alle ore 17,00 recita del Rosario; alle 17,30 Santa Messa e a seguire processione del simulacro partendo dal Santuario verso il Rione Solfatara e rientro.

Da sabato 10 a domenica 18 settembre, previsto il seguente programma religioso per il novenario in preparazione alla Festa con le comunità parrocchiali della Forania di Pozzuoli 1: ogni giorno, alle ore 7,00 Santa Messa e Novena; alle 18,00 recita del Santo Rosario; alle 18,30 Santa Messa e Novena.

Per quanto riguarda il programma dei festeggiamenti civili, martedì 20 si terrà la serata di animazione musicale e a seguire sorteggio della lotteria.

 

****

foto-busto-sangennaro_pozzuoli-da-biondi

Il Santuario sorge vicino al vulcano Solfatara, ove nel 305, Gennaro, Vescovo di Benevento, subì il martirio. Un primo edificio qui sorse tra la fine del VI e l’inizio del VII secolo. Oggi rimane parte dell’altare, noto alla pietà popolare come la pietra sulla quale sarebbe stato decapitato il Santo. L’eruzione della Solfatara, avvenuta nel 1198, provocò la sua rovina e fu più volte restaurata in seguito ai ricorrenti sismi, specialmente quelli che precedettero la tremenda eruzione con la formazione del Monte Nuovo (1538 ).Fu ricostruita in forme più ampie nel 1584, a spese del Comune di Napoli, su una porzione di suolo di proprietà dei canonici della cattedrale di Pozzuoli. Nello stesso tempo, accanto alla chiesa, fu edificato il convento dei Frati Minori Cappuccini i quali fin d’allora l’occupano ed officiano il sacro edificio con cura e zelo.