Da Pozzuoli al Convegno nazionale di pastorale giovanile. Per ripartire dai temi del Sinodo

Una delegazione della diocesi di Pozzuoli ha partecipato al XVI Convegno nazionale di pastorale giovanile, al termine del decennio che la Chiesa ha dedicato al tema dell’educazione.

Ora è fondamentale tradurre le istanze dei documenti del recente Sinodo dei giovani in azioni concrete, in pratiche virtuose per favorire un rinnovato slancio negli ambiti giovanili delle diocesi italiane.

Si parte, dunque, dall’esortazione apostolica post sinodale “Christus vivit” che Papa Francesco ha firmato lo scorso 25 marzo a Loreto. Il documento si ricollega in qualche modo alle prime righe della lettera preparatoria dei lavori del sinodo in cui il Pontefice ha scritto: «Un mondo migliore si costruisce anche grazie a voi, alla vostra voglia di cambiamento e alla vostra generosità.

Non abbiate paura di ascoltare lo Spirito che vi suggerisce scelte audaci, non indugiate quando la coscienza vi chiede di rischiare per seguire il Maestro.

Pure la Chiesa desidera mettersi in ascolto della vostra voce, della vostra sensibilità, della vostra fede; perfino dei vostri dubbi e delle vostre critiche. Fate sentire il vostro grido, lasciatelo risuonare nelle comunità e fatelo giungere ai pastori».

Angelo Volpe

 

Articolo correlato: Resoconto Convegno nazionale di Mario Viglietti