Nella chiesa San Giuseppe Calasanzio a Fuorigrotta, il ricordo dei 400 anni delle Scuole Pie

Il 27 novembre scorso è iniziato l’Anno Giubilare Calasanziano, istituito da Papa Francesco per festeggiare i 250 anni della canonizzazione di San Giuseppe Calasanzio (16 luglio 1767) ed i 400 anni delle Scuole Pie (il 6 marzo 1617 Papa Paolo V approva la ”Congregazione Paolina dei Chierici Regolari Poveri della Madre di Dio delle Scuole Pie”). Per ricordare quest’ultima data, durante la celebrazione di sabato 4 marzo, i sacerdoti della scuola di Fuorigrotta hanno rinnovato i propri voti religiosi. Con il parroco, padre Antonio Fusco, hanno concelebrato i padri Giuseppe Zonno e Salvatore Burgio, rispettivamente rettore e economo della comunità, padre Luciano Albanese, preside dei Licei, e padre Manolo Onti, insegnante di religione. Il rettore ha sottolineato le priorità dell’ordine religiosoo: «Per gli scolopi l’azione educativa è evangelizzazione. Il ministero calasanziano non è solo legato all’istruzione, ma è un modo concreto di collaborare alla missione di annunciare e testimoniare il Vangelo del Regno che Gesù affidò ai suoi discepoli. Oggi, nel ricordo del Calasanzio, continuiamo la sua missione e ripetiamo la nostra consacrazione».

La giornata centrale dell’Anno Calasanziano ha costituito l’occasione per evidenziare i numeri degli scolopi nel mondo: diffusi in quattro continenti (Europa, Asia, Africa e America), con oltre 1.300 religiosi.

Giuseppe Calasanzio, per educare i bambini e gli adolescenti nell’amore e nella sapienza del Vangelo creò le scuole popolari a Roma, nell’anno 1597; nell’anno 1617 fondò la Congregazione dei Chierici regolari poveri della Madre di Dio delle Scuole Pie, approvata in seguito da Papa Paolo V e da Papa Gregorio XV elevata a Ordine Religioso, l’anno 1621. Il fondatore fu iscritto nei fasti dei Santi da Papa Clemente XIII, l’anno 1767; nell’anno 1948 Papa Pio XII lo proclamò celeste Patrono davanti a Dio di tutte le scuole popolari cristiane del mondo.

Le Scuole Pie Napoletane – come ricordato dagli stessi scolopi – nascono nel 1954, con il preciso intento di portare, attraverso la scuola, il messaggio cristiano e calasanziano nel popoloso quartiere di Fuorigrotta. Insieme agli altri Istituti napoletani dei Padri Scolopi si pone come erede della scuola aperta dal Santo nel 1626 a Napoli, nella popolare zona della “Duchesca”, con l’idea, per quei tempi rivoluzionaria – e per la prima volta proposta in Europa – di assicurare a tutti un’istruzione libera e gratuita. Nel 1970 nasce la chiesa, dedicata a San Giuseppe Calasanzio, poi eretta a parrocchia.

Durante l’Anno Calasanziano, indetto da Papa Francesco dal 27 novembre 2016, fino al 27 novembre del 2017, tutti i “fedeli cristiani, veramente pentiti e stimolati dalla carità”, potranno ottenere l’indulgenza plenaria in tutte le chiese, luoghi di culto, santuari e parrocchie, dove si trova l’Ordine delle Scuole Pie. L’indulgenza plenaria verrà concessa alle seguenti condizioni: confessione sacramentale, comunione eucaristica e una preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice.

 

Video della celebrazione realizzato da Riccardo Lettieri