#iovadoalmuseo, i siti archeologici dei Campi Flegrei aprono a musica, danza e teatro, da venerdì 21 giugno

I siti archeologici dei Campi Flegrei, a partire da venerdì 21 giugno e per tutta l’estate, aprono ad un ricco ed interessante programma di musica, teatro e danza.

Si comincia il 21 con visite gratuite ai siti del Parco archeologico dei Campi Flegrei: all’Anfiteatro Flavio, al Castello di Baia, alle Terme Romane e a Cuma, con l’iniziativa #iovadoalmuseo del Ministero per i beni e le attività culturali.

Al Castello di Baia-Museo archeologico dei Campi Flegrei, dalle ore 10.30 alle 13.30, si terrà l’iniziativa “Le isole si accendono”, percorso di poesia, arte e musica per conoscere e condividere il pensiero di Mimmo Grasso. Visite alle mostre: “I pionieri dell’archeologia subacquea” e “Il visibile, l’invisibile e il mare”, che riguarda statue inedite, tra cui lo Zeus in trono.

A Cuma (ingresso ed eventi gratuiti) due appuntamenti: alle ore 10, nell’Antro della Sibilla, performance di Rita Esposito ispirata al racconto dell’Antro delle Ninfe nell’Odissea; alle ore 17,30 la Festa della Musica in collaborazione con Pozzuoli Jazz Festival.

Sabato 22 giugno (ingresso per singolo sito 4 euro, biglietto per circuito flegreo 8 euro) a Cuma si svolgeranno: alle ore 11,30,  “Now”, performance di danza di Laura Matano e passeggiata nei luoghi descritti nel VI libro dell’Eneide; alle ore 18,15, visite al Sacello degli Augustali, alla grotta della Dragonara e al teatro romano, curate dall’associazione Misenum.

Domenica 23 giugno (importi ingresso come il sabato) si svolgeranno: alle ore 10,30, nell’Anfiteatro Flavio, spettacolo di gladiatori; dalle ore 10,30 alle 14,00, a Cuma, per l’International Yoga Day dell’ONU, lezioni di pratica yoga e teatro-danza, sul mito solare di Apollo e della Sibilla.

Giovanni Moio