coronavirus

La “Spesa sospesa” riparte da Soccavo per aiutare famiglie bisognose, nel rispetto della tradizione partenopea

Dal “caffè sospeso” alla “spesa sospesa”. I cittadini di Soccavo, zona occidentale di Napoli, hanno risposto all’invito fatto dalla parrocchia Santi Apostoli Pietro e Paolo, guidata da don Vincenzo Cimarelli. Nei supermercati è possibile lasciare generi alimentari “sospesi”, che verranno donati a persone bisognose del quartiere. Si trasforma una tradizione partenopea, che aveva avuto un periodo di declino ma è stata rilanciata negli ultimi anni, secondo la quale un cliente

La fede al tempo della pandemia. Pubblicata la Lettera pastorale del vescovo Pascarella alla Chiesa di Pozzuoli

Pubblicata sul sito della diocesi la lettera pastorale del vescovo, monsignor Gennaro Pascarella, alla Chiesa di Pozzuoli (sacerdoti, diaconi, religiose, religiosi, fedeli laici). È una lettera speciale per la Quaresima nella quale il vescovo – nel «condividere la paura, l’angoscia, la preoccupazione per questo tempo di afflizione, provocato dal diffondersi a macchia d’olio del coronavirus nella nostra nazione» – lancia un messaggio di speranza alla comunità tutta, chiedendo fiducia, corresponsabilità

Facciamoci contagiare dalla solidarietà. Da Soccavo l’iniziativa a favore delle persone bisognose, estesa ad altre parrocchie dell’area flegrea

Facciamoci contagiare… dalla solidarietà. In questo periodo, dove le chiese, le scuole, le palestre, i centri di aggregazione sono chiusi, i ragazzi dell’Oratorio salesiano “San Domenico Savio” della parrocchia Santi Apostoli Pietro e Paolo a Soccavo, ha organizzato un servizio gratuito di spesa a domicilio per gli anziani del quartiere. E non solo. L’invito è rivolto a tutte le persone bisognose di Soccavo, anche per il ritiro di ricette mediche e

Coronavirus. La Conferenza episcopale italiana sospende la celebrazione delle messe, di matrimoni e funerali

La Conferenza episcopale italiana ha fatto proprie le misure attraverso le quali il Governo è impegnato a contrastare la diffusione del “coronavirus”, determinando la sospensione delle messe e delle esequie. «La Chiesa che vive in Italia – si afferma nella nota della Cei – attraverso le Diocesi e le parrocchie si rende prossima a ogni uomo, condivide la comune preoccupazione, di fronte all’emergenza sanitaria che sta interessando il Paese. Il

Coronavirus, rinviate tutte le manifestazioni e gli eventi. I vescovi invitano ad essere segno di speranza

Per arginare la diffusione del Covid-19, oltre le disposizioni legate alla chiusura delle scuole e università (fissata al 15 marzo, ad eccezione delle zone rosse, per le quali sono imposte maggiori restrizioni), è stata stabilita fino al 3 aprile, per l’intero territorio nazionale, la sospensione dei teatri, cinema, musei, manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato,

Pozzuoli, misure di prevenzione per il coronavirus: sospese le manifestazioni pubbliche previste fino a sabato

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha disposto con apposita ordinanza, a scopo puramente precauzionale, la sospensione di una serie di eventi pubblici previsti in città fino a sabato 29 febbraio 2020. La decisione è maturata in seguito all’evoluzione del quadro relativo alla diffusione del coronavirus sul territorio nazionale, ritenendo “utile ed opportuno adottare misure idonee alla prevenzione e al contrasto di eventuali casi”, nonostante Pozzuoli non rientri nella casistica