Nuovo premio per Pozzuoli, primo comune riciclone della Regione Campania

Negli ultimi anni la raccolta differenziata nei comuni dell’area flegrea ha compiuto un gran bel salto in avanti nelle classifiche nazionali. Premiati più volte da Legambiente come comuni ricicloni, le città di Bacoli, Pozzuoli e Monte di Procida da anni si attestano nei punti più alti delle varie classifiche, superando ben oltre il 65% di raccolta differenziata. Secondo Legambiente, “ricicloni” sono tutti i comuni che raggiungono (e superano) questa percenutale, mentre per stabilire la classifica generale e la premiazione è stato definito un metodo di giudizio che tiene conto anche della valutazione delle buone prassi adottate.

Il Comune di Pozzuoli, dunque, che nel 2015 è risultato leader tra i Comuni con popolazione tra i 50mila ed i 100mila abitanti con il 72,34% di raccolta differenziata*, nel 2016 si conferma tra i più virtuosi grazie anche ad un nuovo riconoscimento ottenuto a livello nazionale: il secondo posto in Italia nel bando “Fondo 5 euro/tonnellata premiata”  – Misura 3, contributi per il potenziamento e l’adeguamento dei Centri di Raccolta dei RAEE (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). Questo risultato dimostra quanto sia grande l’impegno profuso dai cittadini stessi, oltre che dall’amministrazione comunale. Un concorso che ha portato il Comune a vincere un contributo di ben 20 mila euro da destinare ai sistemi per la raccolta continuativa dei RAEE domestici sul territorio. Le classifiche del concorso sono visibili sui siti del Centro di Coordinamento Raee (www.cdcraee.it), dell’Associazione dei Comuni Italiani (www.anci.it) e di Ancitel Energia e Ambiente (www.ea.ancitel.it).

La raccolta differenziata nei Campi Flegrei viaggia a gonfie vele: Bacoli con la sua percentuale di  82,52% e Monte di Procida con l’82,23% di certo non sfigurano. Si attende il Comune di Quarto, che non ha ancora raggiunto la soglia minima prevista del 65%.

 Simona D’Orso

*Fonte: Dossier Legambiente – Comuni Ricicloni 2015

immagine-centri-raccolta-raee