Oltre 150 figuranti nel presepe vivente di via Cupa Terracina a Fuorigrotta

 

E’ il presepe vivente più bello di Napoli. E’ alla nona edizione la rappresentazione proposta dalla parrocchia sant’Ignazio di via Cupa Terracina a Fuorigrotta. Oltre dieci scene recitate e circa centocinquanta figuranti. Ingresso gratuito con guide che accompagnano i visitatori alla scoperta di vicoli e case che riproducono la società a Napoli del ‘700. «E’ un momento importante per tutta la comunità – dice don Giuseppe Procope, il giovane parroco – coinvolge i nostri operatori pastorali e i visitatori vengono da tutta la Campania. Quest’anno, già dalla locandina, abbiamo posto l’attenzione sulla “porta” in base all’esperienza dell’Anno della Misericordia che si è appena concluso. E la nostra scena della Natività è legata all’apertura di una porta, ma è una sorpresa finale che ora non voglio svelare…». L’organizzazione si avvale della collaborazione dello scenografo Enzo Brunetti. L’evento è patrocinato dal Comune di Napoli. I primi due appuntamenti si sono tenuti il 17 e il 18 dicembre. I prossimi si terranno venerdì 6 e sabato 7 gennaio alle ore 18.

Ciro Biondi