Quarto, sindaco e consiglieri propongono una decurtazione delle loro indennità per far riparte il bus per disabili

Per garantire il servizio trasporto dei diversamente abili da casa a scuola, a Quarto il sindaco insieme ad assessori, consiglieri del Movimento Cinque Stelle, Vincenzo Di Pinto e il gruppo “Lista Santoro – Uniti per Quarto”, hanno proposto di mettere a disposizione la somma di 8.700,65 euro, a loro dovuta per le indennità maturate per il 2015 e fino al mese di maggio 2016.

“Da sempre la nostra politica – ha detto il sindaco Rosa Capuozzo ex M5S, da cui fu espulsa nel gennaio scorso e confluita nella lista civica “Coraggio Quarto” – è volta ad aiutare chi è in difficoltà. In questo momento la priorità è dare aiuto concreto a quanti sono in difficoltà. Pertanto, abbiamo deciso di spostare il 10% decurtato dai nostri compensi al ripristino del servizio di trasporto per disabili. Una volta raggiunto lo scopo, si procederà con l’acquisto delle giostrine. Purtroppo la situazione attuale ci chiede di scegliere. Sono solo progetti iniziali, il tempo ci darà la possibilità di raggiungere nuovi obiettivi utili al sociale. Malgrado l’espulsione dal M5S, i miei principi restano quelli e cerco di renderli fattivi a dispetto delle polemiche esterne, di chi si professa tale, ma che nulla concretizza”.

A Quarto per problemi di bilancio sono soppresse tutte le linee pubbliche interne dallo scorso luglio e a causa del predissesto finanziario dichiarato dall’amministrazione, risulta difficile ripristinare il servizio in tempi brevi.

(s.m.)

 

esterno comune quarto