Parte la riconversione di Bagnoli. Convocata per il 4 agosto la cabina di regia a Roma

L’accordo interistituzionale per la bonifica e la rigenerazione urbana del sito Bagnoli-Coroglio, inizia ad essere una realtà. Il Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, De Vincenti ha, infatti, convocato per domani, venerdì 4 agosto, a Palazzo Chigi la Cabina di Regia che segna inevitabilmente l’avvio definitivo dell’intesa raggiunta lo scorso 19 luglio per il rilancio e la riconversione dell’area industriale napoletana.

L’accordo, firmato presso la Prefettura di Napoli dallo stesso De Vincenti,  insieme al Presidente della Regione Campania, De Luca, al Sindaco di Napoli, de Magistris, con il Commissario di Governo Nastasi e l’Amministratore di Invitalia Arcuri, prevede una spiaggia pubblica di due chilometri, che sorgerà davanti a quello che è oggi il sito occupato dalla «Città della Scienza», nonché la permanenza del borgo dei pescatori di Coroglio, che non verrà abbattuto, come nei piani originari.

Previste, inoltre,  attività commerciali, una pista ciclabile e un centro sportivo, con gli impianti dell’ex circolo Ilva. Non verranno costruiti ex novo stabili di edilizia residenziale, mentre non è contemplata l’idea di permettere in loco alla Società Sportiva Calcio Napoli la costruzione di un nuovo stadio di proprietà.  La rimozione della colmata (la piattaforma di cemento e materiale di scarto dell’altoforno, che era stata realizzata in passato per permettere l’ampliamento dell’acciaieria) garantirà una passeggiata a 4 metri d’altezza rispetto al mare. L’inizio dei lavori è previsto per il 2018 e la fine nel 2024.

E’ possibile, infine, visionare le schede tecniche del progetto Bagnoli,  con tutta la lunga cronistoria amministrativa alla base dell’imminente riconversione industriale,  sul sito del Comune di Napoli, al link di seguito indicato.

http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1074