Pellegrinaggio della diocesi di Pozzuoli. Il resoconto della mattinata a Piazza San Pietro

Oltre settecento fedeli provenienti dalla Diocesi di Pozzuoli hanno partecipato all’Udienza Giubilare in piazza San Pietro. Sabato 22 ottobre la Chiesa di Pozzuoli ha celebrato il pellegrinaggio a Roma presieduto dal vescovo, monsignor Gennaro Pascarella. Dopo l’ascolto della catechesi di papa Francesco in piazza San Pietro i fedeli hanno attraversato la Porta Santa e visitato la Basilica di San Pietro. Quasi 700mila i pellegrini presenti provenienti da tutto il mondo. Il papa ha tenuto la catechesi con la lettura del brano del Vangelo di Giovanni (4,6-15) e dell’incontro di Gesù con una donna della Samaria. Il tema è stato il dialogo.  «Il dialogo – ha detto il Papa – permette alle persone di conoscersi e di comprendere le esigenze gli uni degli altri. Anzitutto, esso è un segno di grande rispetto, perché pone le persone in atteggiamento di ascolto e nella condizione di recepire gli aspetti migliori dell’interlocutore. In secondo luogo, il dialogo è espressione di carità, perché, pur non ignorando le differenze, può aiutare a ricercare e condividere il bene comune. Inoltre, il dialogo ci invita a porci dinanzi all’altro vedendolo come un dono di Dio, che ci interpella e ci chiede di essere riconosciuto». E,  più avanti nella catechesi: «c’è tanto bisogno di dialogo nelle nostre famiglie, e come si risolverebbero più facilmente le questioni se si imparasse ad ascoltarsi vicendevolmente! È così nel rapporto tra marito e moglie, e tra genitori e figli. Quanto aiuto può venire anche dal dialogo tra gli insegnanti e i loro alunni; oppure tra dirigenti e operai, per scoprire le esigenze migliori del lavoro». Infine un monito: «non dimenticatevi: dialogare è ascoltare quello che mi dice l’altro e dire con mitezza quello che penso io. Se le cose vanno così, la famiglia, il quartiere, il posto di lavoro saranno migliori». All’Udienza hanno partecipato diversi cori e bande musicali di tutta Italia che erano a Roma per il Giubileo delle Corali e moltissimi polacchi in pellegrinaggio nazionale. Per loro era occasione anche di celebrare in Vaticano la festa liturgica di san Giovanni Paolo II, che diede solenne inizio del suo ministero il 22 ottobre (fu eletto dal Conclave il 16 ottobre).  Dopo la catechesi il Santo Padre ha indirizzato i saluti ai gruppi di fedeli presenti. L’Udienza Giubilare si è conclusa con il canto del Padre Nostro in latino e la Benedizione Apostolica.

Ciro Biondi